Assistenza clienti:
Articolo Blog
media

Otite: cause e tipologie

L’otite rappresenta un'infiammazione acuta o cronica dell'orecchio, spesso causata da alcuni disturbi influenzali e/o dall’azione di virus e batteri.

In base alla sezione auricolare dove si sviluppa, si può parlare di:

  • Otite esterna: colpisce il canale uditivo esterno e coinvolge spesso anche il timpano.
  • Otite media: colpisce spesso i più piccoli e coinvolge le strutture dell'orecchio medio.
  • Otite interna: colpisce le strutture dell'orecchio interno.

Si tratta di un tipo di disturbo che, a prescindere da dove si presenta, può essere acuto o cronico:

  • Si parla di otite acuta se l'infiammazione persiste per pochi giorni, senza bisogno di trattamenti.
  • Si parla di otite cronica quando non va via in poco tempo e si palesa la necessità di assumere farmaci specifici per curarla.

Analizziamo insieme le cause e i trattamenti per ogni tipo di otite.

Otite Esterna

L'otite esterna può estendersi a strutture presenti anche più in profondità nell’orecchio.

È spesso causata da batteri e virus, in alcuni casi dai miceti e porta a prurito, che diventa dolore soprattutto quando si mastica, e potrebbe portare a eritema, edema e alterazione dell’udito.

La si tratta a seconda della causa scatenante: quindi, con prodotti che riducono il dolore, antibiotici, quando causata da batteri, e antivirali, quando causata da virus.

Otite Media

L'otite media colpisce spesso in età pediatrica, spesso in seguito a raffreddamento: quando grave, può presentarsi nella variante purulenta e causare secrezione di pus dal canale auricolare. È molto importante curarla per tempo, onde evitare la perforazione del timpano e la compromissione dell’udito.

Anche qui, il trattamento dipende dalla causa scatenante: antibiotici in caso di infezione batterica, o antivirali per le infezioni da virus. Il dolore va trattato con analgesici e antinfiammatori, che aiutano anche a rendere la cura più rapida.

Otite Interna

L'otite interna è meglio conosciuta come labirintite, dato che affligge principalmente il labirinto, una piccola parte della struttura auricolare interna.

Le cause possono essere di diversa matrice:

  • Reazioni allergiche.
  • Infezioni batteriche o virali.

Può causare vertigini, dato che il labirinto è deputato anche all’equilibrio, oltre che a confusione, acufene, nausea e riduzione dell'udito.

Il trattamento deve mirare a risolvere la causa che ha generato disturbo, oltre a essere rapportato alla gravità dei sintomi.

Oltre ad antibiotici o antivirali, come per otite media ed esterna, in questo caso potrebbero tornare utili gli antiemetici per curare la sensazione di nausea conseguente alle vertigini. Per ridurre l'infiammazione, il medico potrebbe indicare dei corticosteroidi.

Se i farmaci non danno i risultati sperati, l'otite interna va trattata con intervento chirurgico, al fine di riparare gli eventuali danni all'orecchio.

Se vuoi approfondire l’argomento oppure porre qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.