Terapie per curare la vaginite

La vaginite è un'infezione delle parti intime femminili a carattere batterico o micotico. I principali sintomi sono prurito, fastidio alle parti intime, sensazione di bruciore e perdite biancastre. Il fungo responsabile della sindrome è la Candida Albicans.

Vaginite e flora batterica: capiamo come funziona

All’interno della vagina la flora batterica ospita numerosi bacilli che convivono in totale sintonia con il sistema immunitario. Parliamo di:

• Lactobacillus Acidophilus;

• Staphylococcus Epidermidis;

• Escherichia Coli;

• Streptococcus;

• Difteroidi.

Quando l'equilibrio della flora batterica si rompe (cosa che può accadere per numerosi motivi), il fungo prende il sopravvento e si moltiplica nell’organismo.

I sintomi principali della vaginite sono:

• irritazione;

• senso di fastidio;

• perdite vaginali biancastre;

• bruciore vaginale.

Terapie e rimedi per curare la vaginite

Il ginecologo prescriverà una cura adeguata non appena avrà concluso tutti gli accertamenti necessari.

Prevenire l’infiammazione vaginale si può, facendo così:

• Curando l’igiene intima utilizzando saponi non aggressivi e impiegando biancheria di cotone al posto di materiale sintetico colorato;

• utilizzando assorbenti che non contengono fibra sintetica;

• praticando regolare attività fisica per rafforzare le difese immunitarie;

• indossando abiti comodi e non troppo aderenti;

• igienizzando la biancheria intima con detergenti non aggressivi;

• utilizzando precauzioni in caso di rapporti sessuali.

Menu