Come riconoscere una verruca

Le verruche sono delle infezioni della cute di origine virale, il cui responsabile quasi sempre è il Papilloma Virus. Ma come agisce questo virus? Semplicemente penetrando nella cute e infettandola. In questo modo i tessuti si replicano velocemente dando origine a queste escrescenze benigne.

Le verruche colpiscono indistintamente giovani e adulti e si possono distinguere in:

• Verruche comuni: dalla forma arrotondata e di consistenza scura, sono localizzate su mani, ginocchia e gomiti;

• Verruche genitali, trasmesse per via sessuale;

• Verruche piane: dalla forma appiattita e di piccole dimensioni, si collocano su braccia, ginocchia e mani;

• Verruche plantari;

• Verruche filiformi: dalla forma allungata, si trovano nelle vicinanze di occhi, naso e bocca;

• Verruche a mosaico: hanno l’aspetto di crosticine e si formano sotto le dita dei piedi.

Quale è l’origine delle verruche?

All’origine delle verruche possono esserci diversi fattori, tra cui:

• Scarsa igiene;

• Lesioni della pelle;

• Malfunzionamento del sistema immunitario;

• Fattori genetici;

• Frequentazione di luoghi umidi;

• Uso di calzature scarsamente traspiranti.

Come curare le verruche?

Le verruche tendono a regredire autonomamente, ma il dermatologo può prescrivere una serie di trattamenti quali:

• soluzioni a base di collodio;

• crioterapia, una particolare tecnica che consiste nel congelare la verruca per poi eliminare la parte morta;

• elettrocauterizzazione;

• rimozione con laser.

Menu