Integratori per combattere la spossatezza

La spossatezza non è una malattia, ma una condizione di prolungata mancanza di energie. Anche se non è un fenomeno preoccupante, bisogna comunque rivolgersi al medico. Ci si può sentire stanchi per diversi motivi come stress e mancanza di riposo, ma in quei casi si può risolvere con rimedi semplici come una tazza di caffè o un integratore di vitamine e minerali.

Quando, però, la spossatezza si trascina per settimane, allora si parla di astenia. Quest’ultima diventa invalidante per il soggetto che ne soffre, intaccando la sua quotidianità. In tal caso bisogna rivolgersi al medico ed indagare a fondo la questione per cercare di capire da dove ha origine il problema. Questa condizione rende difficile anche la più semplice delle azioni quotidiane, come alzarsi dal letto la mattina.

Sintomi e cause della spossatezza

La spossatezza può essere allarme di altre problematiche come ipotiroidismo, celiachia, anemia, fibromialgia, apnee notturne, diabete, mononucleosi, artriti e tumori.

Anche le emozioni hanno un ruolo in questo processo: depressione, stress, ansia, lutti e stati psicologici di questo genere sono spesso causa di stanchezza.

Sicuramente adottare uno stile di vita sano, fatto di alimentazione pulita e sport, è il miglior modo per tenere lontana l’astenia. Al contrario di ciò che si crede, lo sport dona energia.

I sintomi della spossatezza sono mancanza di forze, affaticamento veloce, difficoltà di concentrazione e sonnolenza.

Come aiutarsi contro la spossatezza?

La spossatezza non è un fenomeno preoccupante, ma lo diventa se si cronicizza. Per evitare tutto questo bisogna alimentarsi in modo sano e pulito, tenersi in forma con un po’ di sport, evitare alcolici e caffeina, migliorare la qualità del sonno notturno, rallentare lo stress e idratarsi a dovere.

Se tutto questo non dovesse bastare, in commercio sono presenti integratori a base di magnesio e potassio dal potere rigenerante e rinvigorente.

Menu